Prodotti Tipici

News e Offerte

Acquisto Solidale per Pasqua

Acquisto Solidale per Pasqua

Carissimi amici amanti di Castelluccio di Norcia, come potete immaginare dopo il sisma la nostra BottegAlberoBello è rimasta chiusa impossibilitando il nostro lavoro per tutti questi mesi. Nonostante ciò NON MOLLIAMO ! Abbiamo bisogno del vostro aiuto……..tramite l’acquisto solidale dei nostri pacchi pasquali , che possiamo personalizzare come voi preferite. Ringraziamo in anticipo per l’enorme solidarietà che sicuramente ci darete.   Le nostre proposte:   Confezione da euro 40,00 comprensive delle spese di  spedizione:   1 Salme a tartufo circa 250 gr 1 Salsicce al cinghiale circa 190 gr 1 Zuppa 500 gr 1 Olio speziato 250 ml 1 Fetta di farro al naturale gr 250 1 Polenta 500 gr 1 Funghi Porcini secchi 25 gr   Confezione da euro  60,00 comprensive delle spese di  spedizione:   1 Lenticchia di Castelluccio di Norcia IGP gr.500 1 Salame spalmabile 500gr 1 Pasta al farro 500 gr Formaggio al tartufo 450 gr circa Salsa tartufata 80 gr Salsicce al cinghiale circa 190 gr 1 fette di farro al cioccolato gr.50 1 cicerchia gr....

Read More
Fioritura a Castelluccio di Norcia

Fioritura a Castelluccio di Norcia

Buongiorno, con immenso piacere vi invio una foto di ieri 8 Giugno 2016, la piana ha iniziato a colorarsi dei primi fiori gialli !!!!!!!!!!!!!!!! Un caro saluto a tutti. BottegAlberoBello a Castelluccio di Norcia

Read More
Nero Norcia 2016

Nero Norcia 2016

Nero Norcia 2016 Il tartufo è un delizioso frutto della terra, un vero e proprio tesoro sotterraneo estremamente pregiato e ricercato. Questa prelibatezza è un fungo sotterraneo che nasce spontaneamente nel suolo ad una profondità che varia dai 10 ai 60 centimetri, le sue dimensioni variano da quelle di una noce a quelle di un’arancia, anche se normalmente si trovano di  piccola pezzatura, non molto rari sono quelli di media grandezza, mentre è un vero evento trovarne di grandi. Già dall’antichità il tartufo era molto ricercato, il suo prezzo era elevatissimo e la sua presenza sulla tavola di nobili e alti prelati era indice di nobiltà e potenza. Il suo aroma era considerato una sorta di “quinta essenza”che provocava nell’uomo un effetto estatico. Il metodo più antico per la cava dei tartufi, per secoli, è stato quello di andarli a cercare affidandosi ai maiali, anzi per meglio dire, alle scrofe che venivano condotte al guinzaglio dai contadini ed erano capaci di trovare i tartufi anche tre metri sottoterra. Oggi la cavatura si svolge con l’aiuto di cani addestrati a tale scopo. Il Tartufo Nero pregiato di Norcia è di forma prevalentemente tondeggiante, assume comunque spesso forma bitorzoluta dettata dai terreni sassosi che circondano Norcia. IL TUBER MELANOSPORUM VITTADINI– TARTUFO NERO PREGIATO DI NORCIA. E’ il tartufo poi pregiato tra i neri e viene raccolto durante il periodo invernale Il TUBER BRUMALE VITTADINI– TARTUFO NERO INVERNALE DI NORCIA. Questo tartufo rimane ovviamente di alta qualità ma rimane meno profumato e meno digeribile del Melanosporum. Viene raccolto tra Gennaio e Marzo. Il TUBER UNCINATUM – NERO UNCINATO/SCORZONE INVERNALE. Questo tartufo viene raccolto tra Ottobre e Gennaio. Il TUBER AESTIVUM VITTADINI- SCORZONE NERO ESTIVO. Dal profumo meno intenso questo tubero viene raccolto tra Maggio e Ottobre. Proprio nel mese di febbraio a Norcia il tartufo viene presentato ed esposto nella Mostra Mercato del Tartufo Nero di Norcia, una delle più apprezzate e visitate del genere. Quest’anno siamo giunti infatti alla 53° Mostra mercato del tartufo nero di Norcia che si svolgerà durante l’ultimo weekend di Febbraio, 26-27-28, e il primo weekend di Marzo 4-5-6. Numerosi sono gli stand di produttori ed espositori, che forniscono informazioni sulla raccolta, sui suoi molti usi in...

Read More
Il cesto giusto per ogni gusto!!!

Il cesto giusto per ogni gusto!!!

I Cesti di Natale sono uno dei doni preferiti,utili e fedeli alla tradizione  sono ottimi come regalo natalizio perchè molto apprezzati da chi li riceve e di sicuro gradimento. Una scelta sicura! Vi presentiamo la nostra idea per il prossimo Natale ma possiamo confezionarne a vostro gusto e gradimento. Sarà sufficiente aggiungere i prodotti che preferite al carrello – specificare l’indirizzo del beneficiario – e indicare Cesto regalo. Saremo noi a confezionare i prodotti, senza alcun costo aggiuntivo, garantendo ai clienti di regalare prodotti tipici di assoluta qualità e genuinità. Cesto come foto euro 35,00 composto da: Salame corallina circa 350 gr.+ Salame al tartufo circa 250gr.+ farro perlato gr. 500 + pasta di farro gr.500 + lenticchia di castelluccio di norcia IGP gr.500 + salsa tarufara gr.180 + zuppa di montagna. gr.500 Cesti ricchi ed eleganti, per accontentare tutti quanti !!!!!    ...

Read More
Da gustare in inverno “La Polenta”

Da gustare in inverno “La Polenta”

La polenta è ottenuta dalla macinatura del mais (chicchi del granturco), una pianta erbacea della famiglia delle Graminacee che produce dei chicchi gialli, rossi o bruni, raccolti in grosse spighe che prendono il nome di pannocchie. Macinata finemente, la farina di mais trova largo impiego nella produzione di polente: in base al tipo di macinatura si ottengono farine di diversa granulometria finale. Con la farina finemente macinata si ottiene una polenta più vellutata e cremosa, che necessita di una cottura di circa 30 minuti, invece con l’impiego di quella “bramata” (a grana grossa) si ottiene una polenta grezza e rugosa, che richiede un tempo di cottura doppio rispetto alla precedente. La polenta è stata considerata per molto tempo il cibo dei poveri, poiché estremamente saziante e molto economica; oggi questi tempi sono molto lontani e la Polenta, spesso, ricopre solamente il ruolo di contorno sulle nostre ricche tavole. Tuttavia sono sempre in crescita coloro i quali la riscoprono come un alimento sano, ricco e interessante dal punto di vista nutrizionale. La farina di mais è utilizzata anche per la preparazione di sformati, pane, tortillas, crêpes, pasta, dolci, impanature. Ecco per voi un’idea per utilizzare al meglio la farina di mais in cucina per un piatto unico ricco e gustoso composto da ingredienti classici:                                                    Polenta con un sugo di salsiccia e spolverata di salsa di tartufo e funghi: (ricetta per due persone) In una pentola capiente portare ad ebollizione ½ litro di acqua salata, e versare a pioggia circa 125 grammi di farina, mescolando frequentemente per evitare che il composto si attacchi e formi i grumi. Cuocere per il tempo richiesto fino al completo assorbimento dei liquidi (composto ben addensato) Condire con sugo di salsiccia impiattare ed infine spolverare a crudo con la salsa di tartufo e funghi.   Buon...

Read More
Rosa Canina

Rosa Canina

Pochi giorni fa sono venute nella mia bottega due signore che io ho definito “atletiche” munite di scarponi, bastone da appoggio e zaini a spalla. Parlando con loro mi hanno detto che erano venute a Castelluccio per raccogliere i frutti della Rosa Canina, una varietà di rosa selvatica. Ho preso spunto dal piacevole incontro per parlarvi di questo frutto che cresce spontaneo a Castelluccio a ben 1454 mt di altitudine sui margini dei boschi, sulle siepi e sui terreni incolti e giunge a maturazione in autunno inoltrato. Il frutto della Rosa Canina, una bacca rossa simile ad un piccola oliva, nel dialetto Castellucciano viene detta la “Scallareia” e in passato veniva consumata come un frutto dal quale veniva tolto l’interno. Il suo arbusto è alto e pieno di spine e quando il frutto ha raggiunto la maturazione, si presenta di un rosso intenso con un elevato contenuto di vitamina C (5 volte maggiore quella dell’arancio). Oggi i fiori e le foglie della rosa canina vengono utilizzate per preparare infusi e tisane, mentre con i frutti ben maturi si ottengono delle ottime marmellate. La confettura di Rosa Canina che offriamo ai nostri clienti ha un contenuto di frutta di 120 gr x 100 gr. di prodotto a differenza di quelle a più largo consumo, nelle quali la frutta utilizzata per un kg di prodotto non supera i 600 grammi; Vi proponiamo la nostra ricetta per fare una squisita crostata alla confettura di rosa canina : 150 gr. di farina 00 150 gr. di farina di farro 150 gr di zucchero 100 gr di burro a temperatura ambiente 1 uovo 1 cucchiaino di lievito 1 barattolo di confettura alla rosa canina Mescolate il lievito alla farina, quindi aggiungere il burro morbido a pezzetti, fino ad ottenere un composto non omogeneo. Aggiungete lo zucchero facendo una conca al centro del composto. Aggiungere l’uovo impastando fino ad ottenere una pasta morbida ma non appiccicosa. Spianare la pasta, cospargete con la confettura poi fare delle strisce per rifinire il bordo esterno della crostata e per formare la gratella centrale. Mettere in forno per 1/2 ora a 180° gradi. La leggenda narra che il nome Rosa Canina derivi dal fatto che gli antichi usassero questa pianta per curare la rabbia...

Read More
Sapori di Tartufo ad Alta Quota

Sapori di Tartufo ad Alta Quota

Degustazione gratuita di prodotti al tartufo   Sapori di Tartufi ad Alta Quota   Week end 11-12 aprile a Castelluccio di Norcia Sabato e domenica presso la BottegAlberoBello, a Castelluccio di Norcia, degustazione gratuita dei nostri prodotti a base di tartufo. Il menu della degustazione gratuita: Bruschette con olio al tartufo Mignon di salsa tartufata Salame al tartufo   Non temete il maltempo, vi accoglieremo nella nostra sala interna....

Read More