Prodotti Tipici

Rosa Canina

Rosa Canina

Pochi giorni fa sono venute nella mia bottega due signore che io ho definito “atletiche” munite di scarponi, bastone da appoggio e zaini a spalla. Parlando con loro mi hanno detto che erano venute a Castelluccio per raccogliere i frutti della Rosa Canina, una varietà di rosa selvatica.

Ho preso spunto dal piacevole incontro per parlarvi di questo frutto che cresce spontaneo a Castelluccio a ben 1454 mt di altitudine sui margini dei boschi, sulle siepi e sui terreni incolti e giunge a maturazione in autunno inoltrato.

Il frutto della Rosa Canina, una bacca rossa simile ad un piccola oliva, nel dialetto Castellucciano viene detta la “Scallareia” e in passato veniva consumata come un frutto dal quale veniva tolto l’interno.

Il suo arbusto è alto e pieno di spine e quando il frutto ha raggiunto la maturazione, si presenta di un rosso intenso con un elevato contenuto di vitamina C (5 volte maggiore quella dell’arancio).

Oggi i fiori e le foglie della rosa canina vengono utilizzate per preparare infusi e tisane, mentre con i frutti ben maturi si ottengono delle ottime marmellate.

La confettura di Rosa Canina che offriamo ai nostri clienti ha un contenuto di frutta di 120 gr x 100 gr. di prodotto a differenza di quelle a più largo consumo, nelle quali la frutta utilizzata per un kg di prodotto non supera i 600 grammi;

Vi proponiamo la nostra ricetta per fare una squisita crostata alla confettura di rosa canina :

150 gr. di farina 00 150 gr. di farina di farro

150 gr di zucchero

100 gr di burro a temperatura ambiente

1 uovo

1 cucchiaino di lievito

1 barattolo di confettura alla rosa canina

Mescolate il lievito alla farina, quindi aggiungere il burro morbido a pezzetti, fino ad ottenere un composto non omogeneo.

Aggiungete lo zucchero facendo una conca al centro del composto. Aggiungere l’uovo impastando fino ad ottenere una pasta morbida ma non appiccicosa.

Spianare la pasta, cospargete con la confettura poi fare delle strisce per rifinire il bordo esterno della crostata e per formare la gratella centrale.

Mettere in forno per 1/2 ora a 180° gradi.

La leggenda narra che il nome Rosa Canina derivi dal fatto che gli antichi usassero questa pianta per curare la rabbia trasmessa dai morsi dei cani.

confettura rosa canina